Torna indietro |
  • Home
  • Prevenzione secondaria

Prevenzione secondaria

Scopo della prevenzione secondaria è quello di individuare un tumore o una lesione pre-cancerosa, in uno stadio molto precoce, per trattarlo in maniera efficace e ottenere, di conseguenza, un maggior numero di guarigioni e una riduzione del tasso di mortalità, con il minor impatto possibile sulla qualità di vita del paziente.

La prevenzione secondaria coincide, quindi, con le misure di diagnosi precoce e, in genere, riguarda il periodo tra l’insorgenza biologica della malattia e la manifestazione dei primi sintomi, fase pre-clinica. Per alcuni tipi di tumore (in particolare tumore della mammella, del collo dell’utero e del colon-retto) esistono anche programmi nazionali di prevenzione secondaria.

La visita ambulatoriale di prevenzione secondaria costituisce il momento centrale dell’attività negli ambulatori Raphaël: dopo un’accurata indagine sulla storia familiare e personale del soggetto, al fine di determinare il suo livello di rischio, viene eseguita una visita clinica generale, integrata ove necessario da indagini specifiche (nella donna si associano di regola la visita senologica e ginecologica).

A seguito della visita, vengono programmati, ove indicati, gli opportuni esami strumentali, differenziati in base a sesso, età, familiarità, grado di rischio ed eventuale obiettività clinica. Al termine di tali accertamenti, il medico che ha eseguito la visita, illustra e discute con l’interessato i risultati degli esami eseguiti e redige una relazione riassuntiva.

Quando si rende necessario inviare il paziente presso altre strutture per ulteriori approfondimenti o per terapie, il medico suggerisce le strutture più idonee a risolvere il problema e, al bisogno, prende direttamente gli opportuni contatti.

Dona online

Il tuo contributo è fondamentale per sostenere gli obbiettivi di sviluppo e gli impegni umanitari e sociali della Cooperativa.